Frustrazioni a me sconosciute

RIVISTE

 

Siamo in una sala d’aspetto di un medico. Voi entrate, vi sedete, vi guardate intorno, prendete il cellulare dalla tasca e ci date un’ultima occhiata, mettendolo in modalità silenziosa.

Sul tavolo di fronte a voi tante riviste, le passate in rassegna con gli occhi, poi fate la vostra scelta e ne prendete una. Esattamente quella lì.

La sfogliate e trovate, ad un certo punto, un articolo interessante, avvincente, appassionante o quello che è, ma comunque un articolo che vale la pena leggere. E vale ancora di più perchè ve lo siete perso e basta quell’articolo, dato che la rivista è vecchia di un mucchio di mesi e non riuscireste più a procurarvela neppure imbastendo una relazione con un edicolante accorsato.

Ci siamo, è qui che volevo arrivare: avete presente, a questo punto, quella sensazione di frustrazione che vi assale quando, poco dopo aver iniziato a leggere, dall’anticamera sentite chiamare il vostro nome?

Ecco, io no. E’ una sensazione che non provo da anni.
Ultimo bollettino di guerra di giovedì scorso: visita prevista alle 17.00, ingresso effettivo alle 18.40. Trovassi almeno qualche articolo interessante…

18 risposte a "Frustrazioni a me sconosciute"

Add yours

  1. Una circostanza che conosco perfettamente soprattutto se quella è identica alla sala d’aspetto del mio ginecologo!

    Buon week end a te e alla tua bellissima pupa.

  2. Per un’attesa così io cambiai pediatra per uno dei miei figli. Sì, perchè se c’è una cosa che odio è aspettare ad una visita per appuntamento. Se mi hai detto alle 17 posso capire che saranno le 17.30 ma la trovo una grande maleducazione farmi fare la fila insieme agli altri malcapitati magari tutti con appuntamento alle 17. No, io quella volta mi rifiutai di aspettare ed andai via. Fa addirittura tenerezza pensare che di fronte a tale maleducazione tu abbia anche avuto la sensibilità di silenziare il telefono. 😦

    1. Guarda rodixidor, anche io oramai ho il dubbio/certezza che siamo 4 con appuntamento alle 17, 4 con appuntamento alle 17.30, 4 con appuntamento alle 18…
      No, perchè altrimenti non si spiega… il fatto è che quando uno incappa in un medico bravo (almeno io) mi faccio uno scrupolo in più a lasciarlo per strada.
      Ma mai (comunque) come il nostro medico di base che spesso, durante orario di visita con pazienti malati e smocciolanti tutti stipati in sala d’attesa, …ecco, spesso lui NEPPURE si presenta. Un mito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: