La scarpiera

Interno giorno. No, forse è più corretto dire interno notte.

Non so.

C’era un fuso orario di mezzo, non ci ho mai capito molto.

Insomma, squilla il telefono.

Per me era notte. Ero a NY.

Voce affrettata del marito:

“Ciao, non trovo le scarpe di Giulio da portare a scuola…”

“…”

“Ehi, mi hai sentito?”

“Si. Sai, sono partita ieri…non so che dirti, hai guardato nella scarpiera?”

“…”

“…”

“… ok, grazie!”

“No, aspetta un attimo …ma perchè tu non avevi guardato nella scarpiera????”

“Ma scusa, ti ricordi quella storia? Io sono un cacciatore, sai la visione di insieme, la strategia per procurare il cibo… Tu invece sei una raccoglitrice di bacche, sai la visione di dettaglio, la cura dei particolari…”

“…”

“Oh, comunque ciao, dobbiamo scappare”

Clic.

Ah, se solo nella Preistoria le scarpiere, invece di essere bacche, fossero state delle belve feroci…

5 risposte a "La scarpiera"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: