Francesco De Gregori. E non c’è niente da capire.

Ma il nostro orologio interno va a pile o è di quelli che si ricarica con il semplice movimento? Com'è possibile che un'ora e mezzo con De Gregori a 4 metri da me è durata esattamente-quanto il tempo che ci impiega il pane ad abbrustolirsi la mattina a colazione? E, giusto per rimanere in tema,... Continue Reading →

Le 5 cose che non dirò a De Gregori

Per chi mi conosce personalmente basta solo farne il nome, perchè essi sappiano. Per voi che non mi conoscete, aggiungo un piccolo dettaglio esplicativo: se dovessi mettere in ordine di priorità la Cinquecento, De Gregori ed il marito potrei solo dirvi con sicurezza che la Cinquecento sarebbe al secondo posto; tra primo e terzo inizierebbe una... Continue Reading →

Metti una palla in ufficio

Lo sapevo che sarebbe successo ed è successo. E poi le chiamano profezie che si autoavverano, ma d'altra parte io lo sapevo che sarebbe successo, non la chiamerei "profezia", ma "consapevolezza". Sono caduta (dalla palla) mentre facevo un'intervista. Sì, cioè, un colloquio. Lo so che può succedere, ovvio che sei seduto su una palla e... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: