Il tocco

Quando ho fatto il passo più lungo della gamba e ho preso il treno per Roma con uno zaino da backpacker, quel sabato mattina di inizio estate 2006, avevo idea che sarebbero cambiate molte cose, certo, ma non pensavo che avrebbero vacillato anche le basi. Spostarsi di 200 km mi restituì a quel tempo la stessa... Continue Reading →

Mogu li se poslužiti telefonom?

Una delle cose che mi diverte di più delle guide Lonely Planet è il frasario di viaggio nella sezione finale. Il frasario vi riassume in poche pagine anni ed anni di studi sulla semiotica per i quali  le Università pagano fior fiori di professori e vi dà un piccolo compendio che si può utilizzare in... Continue Reading →

Lingue

Parole che conosco in triestino: pùpoli, pentola atomica, rebechìn, capuzzi, séntite, chapa, matavìz, mula, còcolo, radiccio, vecio, struca, fritolìn, kren, tassametro, piovra e folpo, pedòci, sardoni, parsuto, stracár e la meravigliosa triade presniz, putizza e "no se pol". Ma la parola mussoli proprio no, non l'ho mai sentita. E con quello che costano sti mussoli,... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: