Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Una delle cose che mi diverte di più delle guide Lonely Planet è il frasario di viaggio nella sezione finale.

Il frasario vi riassume in poche pagine anni ed anni di studi sulla semiotica per i quali  le Università pagano fior fiori di professori e vi dà un piccolo compendio che si può utilizzare in qualsiasi occasione, dal dialogo con un ragazzo che ti approccia in un bar al discorso con un medico per un trapianto di capelli.

Ho sempre amato la sintesi del frasario, che comprende espressioni per tutte le necessità: “Signore, può togliere la sua mano dalla mia chiappa?“, “Come posso guarire dalla diarrea?“, “Mi spiega a che tassi ha acceso il mutuo per questo B&B?“, “No grazie, non mangio serpenti“. Vi faccio qualche esempio (cinese):

La cosa che mi ha sempre affascinato del frasario, però, è che racchiude anche tutto un insieme di luoghi più-o-meno-comuni dei vari paesi e trasferisce immediatamente al lettore le principali caratteristiche della cultura e del popolo.

Le informazioni dei vari frasari, infatti, non sono standard e quindi nell’Asia dell’est le principali frasi che troverete saranno relative a come guarire da conati di vomito e, appunto, dalla diarrea, in India ci sono molti accenni alimentari (“Quanto è piccante questa zuppa?”), in Spagna si parla di come chiedere “Aiuto! Aiuto!”  (che per l’appunto si dice “Socorro! Socorro!”, un po’ spiazzante per un italiano!), ma la cosa divertente, udite udite, è nella Lonely Planet dell’Italia che riporta molte frasi utili che le donne che viaggiano da sole possono usare per difendersi dalle attenzioni (eccessive) degli uomini italiani. Questa parte, che per l’est quasi non c’è, per altri paesi c’è, ma non è così rilevante, nella Lonely sull’Italia invece ha una piccola sezioncina dedicata. E c’è anche una postilla in cui si specifica che le straniere non dovrebbero mai arrivare a “picchiare” gli uomini che le importunano (non si possono prevedere le reazioni), ma aggiunge anche che, a volte, questo può essere l’unico modo per scoraggiare i “complimenti eccessivi”.

Quando si dice “non facciamoci riconoscere”…

PS. Comunque anche la Croazia, così vicina e così lontana, ha come tutti i paesi le sue peculiarità e se succede anche a voi quello che succede a me, ossia essere presi da un bisogno impellente di mandare un sms ad un amico/amica proprio quando il vostro operatore telefonico non ha copertura di roaming, allora imparate a memoria il titolo del post  e riuscirete a sopravvivere… scroccando il telefono di qualcun altro!!

Annunci