GGGiovani

Quando uno si sente gggiovane, vuole fare le cose da gggiovani. E quando uno che si sente gggiovane vuole fare le cose da ggiovani, può capitare che le cose da gggiovani poi effettivamente le fa. E quando questo succede, quello che scopre (colui che si sentiva gggiovane) è che non si sente più gggiovane, ma... Continue Reading →

Ma non dovevamo vederci più?

E nella vita possono capitare di quelle fortune, ma di quelle fortuneeee, come per esempio che fai parte della Lonely Planet e giri il mondo per lavoro oppure che fai l'assaggiatore di cioccolatini a Torino oppure che ti chiamino di gran fretta dall'ufficio perchè sta per tornare De Gregori inaspettatamente. Però, che vi devo dire,... Continue Reading →

Paragoni, ovvero Springsteen a Napoli

E se dovessi definire il concerto di Springsteen di ieri a Napoli con un solo aggettivo, userei la parola "viscerale". Viscerale come l'emozione che mi ha suscitato, come la sua capacità innata di entrare in perfetta risonanza con un pubblico che più eterogeneo non si poteva. Sembrava che un fulmine avesse deciso di servirsi di... Continue Reading →

Le 5 cose che non dirò a De Gregori

Per chi mi conosce personalmente basta solo farne il nome, perchè essi sappiano. Per voi che non mi conoscete, aggiungo un piccolo dettaglio esplicativo: se dovessi mettere in ordine di priorità la Cinquecento, De Gregori ed il marito potrei solo dirvi con sicurezza che la Cinquecento sarebbe al secondo posto; tra primo e terzo inizierebbe una... Continue Reading →

Cuscini a ritmo

Di ordinario Mika ha davvero poco, a partire dalla larghezza del bacino (che passerebbe attraverso la cruna di un ago) al volume dei suoi capelli (tanto da desiderare il suo shampoo). Ed anche il pubblico è davvero particolare: dai ragazzini di 10 anni con genitori a seguito (visibilmente devastati) ai cinquantenni con videocamera (soli) che... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: