Un topo stitico

Belli quei tempi in cui a svegliarti la notte era la fame: erano tempi che sapevano di gioventù. Già meno belli i tempi in cui a svegliarti la notte sono i pensieri: sono i tempi della responsabilità. Tanto lo dico in generale, perchè a me a svegliarmi nei tre quarti dei casi è sempre stato... Continue Reading →

Viaggiatori su ferro

Oggi inizia la mia anabasi per Trieste. Certo negli ultimi 12 mesi ho proprio abusato di questa città, ci sono andata ininterrottamente. Almeno per la mia percezione. E per la loro, temo. Ho l'alibi con me stessa di viaggiare leggera questa volta: meglio. Ho il treno per Venezia e poi da lì cambio per raggiungere... Continue Reading →

Senza pensieri

Poche insidie, se ci pensate, nella vita di un calzino. Viene portato in giro a vedere il mondo, senza fare fatica. Quando si accavallano le gambe vive il suo momento di gloria. Il pantalone che gli struscia addosso gli fa quasi piacere. Quando è sporco neppure se ne deve preoccupare, perchè sarete voi infatti a... Continue Reading →

Magda, ma allora lo vedi che la cosa è reciproca…?

Mi dispiace solo che tutto l'ibuprofene che starà vendendo la farmacia vaticana ha lo sconto del 15%. Mametticàso che ci sia un'altra vita, sperate fortemente che non ci rincontriamo. Tranquilli, la parola che ho adottato oggi è livore.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: