Code di mezz’agosto

Roma, esterno giorno. Sono uscita di casa. Sola. Arrivo a destinazione fin troppo presto: ad agosto il traffico è inesistente. Ufficio pubblico, prendo il numero e mi metto in fila. Luce al neon ospedaliera: evvabbè, pazienza. Parecchie persone in fila prima di me. Aria condizionata da cella frigorifera. Bene, direi, anzi: stra-bene. Mi metto seduta. Sfodero... Continue Reading →

Due mesi due

   Non mi curo di millenni di speculazioni scientifiche, di raffinate concezioni politiche e religiose né tantomeno di tradizioni e culture secolari. Da due o tre anni a questa parte, il calendario che ho adottato si compone di soli due mesi. Di due lunghissimi mesi. Il primo si chiama "Chebellochesaràpoterdormirescoperti" ed il secondo si chiama... Continue Reading →

Ma come badi bene!

In questi giorni alle 9 di mattina ci sono già 35 gradi, quindi l'unica salvezza è strappare dal sonno dei giusti la dissennatrice e uscire di primissima mattina se mi tocca fare dei servizi. E, proprio a causa del caldo, sto dando nuova linfa vitale agli esercenti sotto al mio palazzo (che di solito ho... Continue Reading →

Giurin giuretto

  Perché chi di voi ha sempre immaginato che l'inferno abbia un caldo secco, con le fiamme che asciugano l'aria, secondo me si sbaglia di grosso. Il vero inferno è fatto da caldo umido. Credetemi sulla parola.

Caron non ti crucciare

Chiamare un anticiclone Caronte è davvero inquietante. Perchè se Scipione l'Africano, in paragone, era il poliziotto buono... Il problema è che fa caldo, caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo, caldo. E quando pensi che ha smesso, scopri che invece fa ancora caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo, caldo,  caldo, caldo,... Continue Reading →

Macchiato caldo in tazza fredda

Prendendo spunto da quello che diceva Raimondo ieri nel suo commento, così come le uova negli USA, in Italia (oltre al latte) anche il caffè ognuno lo vuole diverso. Sul caffè si deve sospendere il giudizio, ognuno lo può chiedere come vuole. Il caffè è un momento intimo, è un diritto inalienabile e va lasciata... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: