Tempi molto pericolosi

Non sono i grassi saturi. E neppure gli zuccheri occulti nelle bevande. Non è il logorio della vita moderna. E neppure il traffico o lo stress delle email di lavoro notturne. Non sono i complotti internazionali. E neppure le scie chimiche. Non i pesticidi, non la verdura in busta. Ovviamente, non è l’immigrazione. Certo, la... Continue Reading →

Il sale della vita

Facendomi giusto due calcoli sulle dita di una mano, col marito stiamo insieme da circa 5.310 giorni. Questo vuol dire che, di norma, avremo consumato insieme circa 6.000 pasti. A cui però vanno aggiunti: i we fuori, gli spuntini insieme fuori pasto, colazioni-pranzi-e-cene delle vacanze estive, le mie patatine scaramantiche, le 3 nascite in ospedale.... Continue Reading →

A mali estremi

Il modello che abbiamo sviluppato con Gabriele e Stephanie, rigorosamente in videoconferenza, è tanto semplice quanto scientifico: CINQUE giorni lavorativi / SEI bottiglie di vino Il weekend liberi tutti. Almeno in senso lato...

I miei 3 desideri

Io per il 2020 ho identificato 3 desideri: 1. Un giro in moto col marito in Norvegia, a caccia dell’aurora boreale 2. Quattro giorni nelle colline senesi, con Claudia, a chiacchierare sotto un patio pieno di vento E poi basta. E solo grazie all’insistenza di Francesca (che è lei) e diciamo per non sfigurare ai... Continue Reading →

Neanche per ischerzo…

Grazie a lei, io sono diventata un sacco di cose. E il bello è che non ne parlo quasi mai. Mia nonna mi faceva il presepe nel suo camino, inginocchiata. Mi raffreddava il riso al pomodoro facendo "Il lupo e le pecorelle". Quando si schiariva la voce dopo il suo riposino pomeridiano e prima della... Continue Reading →

Le liste, l’anno nuovo e i dibudì

Se dovessi dirvi, tra tutte le cose che mi piacciono, quelle che mi divertono di più sono: - le liste - e l’ironia. E sono così contenta che nei prossimi giorni potrò mettermi a fare la lista dei 3 propositi e dei 3 desideri per l’anno nuovo. In effetti il 2020 mi ispira particolarmente. Ascoltate:... Continue Reading →

Cose mai viste

Quando mi hanno dimesso, mi hanno dato un po' di consigli. "Le consigliamo di fare questo e quest'altro..., soprattutto quest'altro. Invece prima di riprendere a fare quell'altro aspetti qualche giorno..., naturalmente la doccia da subito, ma il bagno no, eh, il bagno almeno tra una settimana....". Cose del genere. E a me già andava benissimo... Continue Reading →

C’hai un c’hip?

Quando ci siamo seduti davanti al cardiochirurgo per parlare dell'intervento, io e il marito eravamo oggettivamente un po' nervosi. Diciamo che la sensazione era più che altro che c'era un errore di persona e non dovevamo essere noi ad essere seduti, non lì, non a parlare di quelle cose. Il dottore parlava, e ripeteva palesemente... Continue Reading →

La scarpiera

Interno giorno. No, forse è più corretto dire interno notte. Non so. C'era un fuso orario di mezzo, non ci ho mai capito molto. Insomma, squilla il telefono. Per me era notte. Ero a NY. Voce affrettata del marito: "Ciao, non trovo le scarpe di Giulio da portare a scuola..." "..." "Ehi, mi hai sentito?"... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: