Una bellissima idea

  ...e quello che dovevo dirvi, ve l'ho detto...  

La relatività del tempo

Il marito lo dice sempre: "Attenta a quello che desideri, perchè potresti ottenerlo". E mi duole dirlo, il marito ha ragione. Non avete idea di che brutto segno sia essere sparita per così tanto dal blog: diciamo che il mese di dicembre mi ha morso parecchio e mi sono resa conto che ultimamente questo continuo... Continue Reading →

Mariuolo in corpo

Riaffacciarmi qui mi dà la stessa sensazione di quando apro la porta di casa al ritorno dalle vacanze. Quando cioè avanzo un po' circospetta perchè non capisco subito se sono entrati i ladri o se siamo stati noi a lasciare tutto così andando via. È palese, ho un mariuolo in corpo grande come una casa... Continue Reading →

“Addio e grazie per tutto il pesce”

Domenica dovremo lasciare questa casa. La vita alterna momenti (anche troppo) calmi a momenti (anche troppo) vorticosi e non è che ci si possa fare molto, la vita è fatta così. E quindi nonostante cercassimo casa da più di tre anni, proprio pochi giorni prima di dare alla luce l'affittuaria abbiamo varcato l'ennesima porta di... Continue Reading →

E’ morto qualcuno oggi?

Ci sono persone che hanno un proprio singolare concetto della consecutio temporum (intesa in senso lato). Queste persone saranno protagonisti involontari di episodi di particolare ilarità per il resto del mondo. Fidatevi, lo dico per esperienza diretta: le persone di cui parlo sono i miei genitori. Nella loro vita prima come coppia, poi come singoli... Continue Reading →

L’oggettività della storia

Ma, visti i tempi, chi ha la capa fresca di mettersi a fare i dispetti? Ce ne sono di persone, non crediate... Sarà che sono particolarmente fortunata ma ne conosco due del mondo adulto ed una del mondo dei marsupiali. Grazia e Raimondo, due figuri che (ringraziandoilcielo) non si conoscono tra loro, già si distinguevano... Continue Reading →

Nientedimeno

Ma nientedimeno è possibile che non sto riuscendo a scrivere sul blog in questi giorni perchè ho il cervello atrofizzatoi per il troppo lavoro? Non ho sentito bene, scusate, a chi di voi è venuto da ridere?

E’ carina di modi

Dopo il premio "Versatile Blog", per il quale avevo scritto un post ed a mia volta avevo seguito le regole, mi ero poi fermamente ripromessa che non avrei scritto altri post su questi "award", anche se ovviamente il fatto che qualcuno pensi a me per una menzione (ehi, non fraintendete, ho detto menzione) è una... Continue Reading →

I veri delusi di questo blog

Spero che sia solo il primo post sull'argomento, perchè la cosa mi diverte molto. I veri delusi di questo blog, oltre quelli tra voi che si staranno per "sfansàre" quatti quatti dopo questo post, sono alcuni googlenauti che arrivano catapultati qui mentre stavano cercando tutt'altra cosa su google, appunto. Mi immagino la loro faccia quando... Continue Reading →

Un'amica (se posso considerare amica una che per ben due volte mi ha regalato il libro Il signore delle mosche), cervello fino, penna intinta nel veleno e memoria (checchè ne dica) sbalorditiva (di cui non farò il nome, ma il link), mi fa notare che prima in modo democratico ho fatto un sondaggio su quale... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: