Un gesto irreparabile

Calda domenica di luglio. Camminata esplorativa a bordo lago, in realtà un po’ svogliata. Ciabatte strascicate sui sassolini. Mano nella mano, dondolandosi un po’. “Mamma, ma se riesco a tirare questo sasso oltre la luna, ... tu cosa fai con me?” “Ti faccio i complimenti, Giulio. Sarebbe il lancio più lungo mai visto!” “E se... Continue Reading →

Nunno

Io da piccola avevo un cane immaginario. Non ne ricordo il nome, ma era uno Yorkshire. Sono davvero l'ultima persona che può mettere bocca sul fatto che la piccola dissennatrice abbia un amico immaginario e infatti me ne guarderei bene dal farlo, se non stessimo parlando di "Nunno". Le cose più strane che fa Bibi... Continue Reading →

Le parole sono importanti

Da qualche mese a questa parte, 6 mesi esatti per essere precisi, la dissennatrice è in pieno brodo di giuggiole. L'arrivo di Felicetto non le ha dato un fratello, un alleato, un avversario. Niente di tutto questo: Felicetto per lei è stato una gallina dalle uova d'oro, un passepartout. Tecnicamente parlando Felicetto è il suo... Continue Reading →

…a saperlo prima

Ho capito solo ora di aver completamente sbagliato approccio fino ad oggi. Quando mi avvicinavo ad una mamma con bambini di età molto ravvicinata, come sarebbero stati i miei dopo la nascita di Giulio, ero sempre tutta ansiosa di farle una domanda, per prefigurarmi in qualche modo il mio futuro: "Come l'ha presa il bambino... Continue Reading →

È nato Giulio

In te sono stato albume, uovo, pesce, le ere sconfinate della terra ho attraversato nella tua placenta, fuori di te sono contato a giorni. In te sono passato da cellula a scheletro, un milione di volte mi sono ingrandito, fuori di te l'accrescimento è stato immensamente meno. Sono sgusciato dalla tua pienezza senza lasciarti vuota... Continue Reading →

Una cosa che non capirò mai

Alcune cose, quando meno te l'aspetti, ritornano. Per lunghi anni della mia adolescenza sono stata testimone di un evento che aveva quasi dell'incredibile e che si ripeteva, puntuale, quasi tutte le sere. Mio padre andava in ufficio. In ufficio aveva una mensa. A quella mensa lui mangiava. Mia madre rimaneva a casa. A casa faceva... Continue Reading →

La sapete una cosa?

Se pensassi di scrivere un post per tutte le cose che faccio io e che rischiano di portare il marito verso una crisi di nervi, allora dovrei aprire un altro blog perchè questo non riuscirebbe a contenerle tutte... Ma se mi volessi azzardare a dire quella che, tra tutte, lo irrita di più penso che... Continue Reading →

Due idee in croce su donne & carriera

Leggevo con interesse un doppio articolo dell'Internazionale in cui alcune giornaliste discutono sul perchè le donne che riescono a far carriera non arrivano mai veramente ai vertici delle organizzazioni. E' un tema caro a molti ed a molte questo, un po' perchè oggettivamente si tratta dell'analisi di un fenomeno evidente dei nostri giorni ed un... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: