Still loading

Oggi sarebbe il gran giorno. E niente. Come al solito, stiamo ancora caricando...

Code di mezz’agosto

Roma, esterno giorno. Sono uscita di casa. Sola. Arrivo a destinazione fin troppo presto: ad agosto il traffico è inesistente. Ufficio pubblico, prendo il numero e mi metto in fila. Luce al neon ospedaliera: evvabbè, pazienza. Parecchie persone in fila prima di me. Aria condizionata da cella frigorifera. Bene, direi, anzi: stra-bene. Mi metto seduta. Sfodero... Continue Reading →

Unità di misura

  E’ un po’ surreale trascorrere le tue giornate in spiaggia, soprattutto se sei a luglio e se il mondo che ti ha circondato fino a pochi giorni fa, quello in cui ancora ti viene automatico proiettarti, non pare aver rallentato neppure minimamente. I miei amici mi direbbero che è normale per chi è “nelle mie... Continue Reading →

È nato Giulio

In te sono stato albume, uovo, pesce, le ere sconfinate della terra ho attraversato nella tua placenta, fuori di te sono contato a giorni. In te sono passato da cellula a scheletro, un milione di volte mi sono ingrandito, fuori di te l'accrescimento è stato immensamente meno. Sono sgusciato dalla tua pienezza senza lasciarti vuota... Continue Reading →

A.A.A. sfratto esecutivo per locazioni abitative

Chi di voi conoscesse un ufficiale giudiziario è pregato di dargli i riferimenti del mio inquilino moroso. ...anche se devo dire che adoro il fatto che, quando ultimamente chiamo qualcuno al telefono, tutti mi rispondono prima-che-squilli-il-primo-squillo con un entusiasmo che non ho mai suscitato: "Dimmiiiiii!!!!!" E se addirittura il m-a-r-i-t-o mi risponde al primo squillo... Continue Reading →

Il regalino a chi c’è già…

Siamo agli sgoccioli, ufficialmente siamo a meno sette. Psicologicamente mi sto preparando, anche so già che non sarò mai pronta del tutto. Adesso sto concentrando la mia attenzione su una cosa che ho letto spesso e di cui molte delle persone con cui parlo mi confermano l'importanza: è bene che il nuovo arrivato porti a... Continue Reading →

Figlie …e figliastri.

Non ci si immerge mai due volte nello stesso fiume e questo lo sappiamo tutti fin troppo bene. Se quella per Bianca è stata l'Attesa con la "A" maiuscola, avvalorata anche dal fatto che tutto quello che accadeva nell'intero universo era palesemente un segnale profetico, propedeutico e comunque in qualche modo legato al suo arrivo, quella... Continue Reading →

Sviste

Sentivo che c'era una cosa che mi ero dimenticata di dirvi... Ma guardate che neppure al marito è andata tanto meglio, se pensate che un giorno di qualche mese fa, pettinando Bibi, le dicevo: "Mi raccomando, stasera non dobbiamo dimenticarci di dire a papà che è un maschietto...".

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: