Heidi e la 41ª settimana

20130303-111440.jpg

Siamo arrivati al punto che se a Heidi le sorridevano i monti, io non mi sento da meno.

E dunque anche semplici azioni quotidiane non sono più neutre per me e perfino un vecchio ascensore pare volermi mandare un messaggio chiaro…

A quanti anni è che i bambini imparano a leggere?

16 risposte a "Heidi e la 41ª settimana"

Add yours

    1. Lo so che forse è più adatto a qualcuno che tira sù anziché di qualcuno che debba spingere… Però lo associo allo sforzo collettivo. Perché anche noi spingiamo forte con te!!!

        1. (intendo dire che dalle mie parti alla 40esima ti facevano una flebo di ossitocina ed espellevi anche i calcoli renali!)

    1. La foto l’ho scattata in una stazione della metro. Mi immaginavo lo sconcerto di quello che sceglie il tramezzino perchè ha fame e poi non ha neppure tutto il tempo che gli serve per prendere a botte il distributore, perchè magari poi passa la metro e la storia finisce lì.
      Piccoli drammi quotidiani.

  1. Come diceva mia nonna, quelli sono dolori che si dimenticano. Tranquilla.E’ da poco che ho scoperto il tuo blog e mi dispiace che per un po’ avrai altro a cui dedicarti. Ma sarà ben più importante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: