Tag

, , ,

Luna.jpg

Stasera a Roma c’era una luna bellissima. Davvero bellissima.

E dunque mi è tornata in mente  una cosa che ho sempre pensato, ossia che il mondo si divide in due. Chi, guardando la luna piena, riesce a vedere gli innamorati che si baciano e chi no. Punto. No mercy.

Mi ricordo benissimo dov’ero quando, per la prima volta, sono riuscita a far distinguere le due figure in chiaroscuso tra i mari asciutti della luna (Nei mari della luna tuffi non se ne fanno, non c’e’ una goccia d’acqua, pesci non ce ne stanno. Che magnifico mare per chi non sa nuotare! diceva Rodari). Oppssss, scusate.

Veniamo a noi: lei sulla destra, con il cappello ancora in testa, che allunga il collo e che si volta dolentemente verso di lui e lui, di cui riusciamo a vedere solo la nuca, che è chino su di lei per baciarla. Sono due primi piani, non abbiamo il corpo, non sappiamo molto altro di loro.

Ma voi volete altri dettagli, vi conosco. Alla fine di qualsiasi storia e’ il gossip quello che desta l’interesse prevalente. Chi era lei? Come aveva fatto lui a conquistarla? Questo sarebbe stato l’unico bacio o si sarebbero rivisti di nuovo?

Non so che dirvi. So solo che vivevano nel periodo della belle epoque. Se li osservate bene, sarà evidente anche a voi.

E se la luna in generale ha già un effetto magnetico su di noi e guardarla quando è piena quasi quasi ci strega (anche se siamo nel traffico, anche se usciamo dal supermercato con sacchetti pesantissimi, anche se siamo presi da mille pensieri…), trovare gli innamorati sempre lì è una delle piccole ma meravigliose consolazioni dei nostri affanni quotidiani.

Annunci