Tag

, , , , , , , , , ,

Maffiguriamoci se non conoscete anche voi qualcuno del genere. Ce ne sono tantissimi in giro. Di quelle persone, intendo, che quando sono per strada, quando sono tra amici o in un negozio, senza dire niente a nessuno, senza parlare ad alta voce, si costruiscono interi pensieri in mente e poi li chiudono con un sospiro a voce alta “E certo…” oppure “Ma che palle…” o altre cose del genere.

Dai sarà capitato anche a voi di girarvi di scatto e di dire: “Cosa hai detto? Parlavi con me?” e di sentire l’altro rispondere “No, scusa, seguivo un mio pensiero…”.

Persone così si nascondono nelle migliori famiglie. E nelle peggiori. Io, ad esempio, sono una di quelle persone.

Ma domenica scorsa, di ritorno da una bellissima passeggiata sull’ultima neve del Monte Autore, sono rimasta folgorata da questa scritta, perchè va bene sospirare alla fine di un pensiero, ma prendere la macchina, munirsi di spray e guanti, arrivare davanti ad un muro quasi del tutto pulito e mettere nero su bianco non il pensiero bensì il sospiro è davvero una cosa da fuoriclasse…

Annunci