Tag

, , , , , , ,

Da oggi ha inizio la mia settimana di passione e per “passione” intendo “sofferenza”.

Non c’è molto da dire: in questa settimana cade il compleanno di mio marito che, come rilevanza, si colloca appena prima dell’apparizione della Madonna a Fatima ed appena dopo lo sbarco sulla Luna.

Avete presente quando guardate un film horror per la seconda volta? Voi ve lo ricordate benissimo che c’è una scena terrificante che si presenta al minuto 44 mettiamo, e che l’altra volta non avete potuto dormire per qualche settimana dopo averla vista. Ma siete lì seduti, avete tutti gli amici accanto, che fate, vi alzate e andate in bagno? Ma no, non si può, non sta bene. Rimanete lì, seduti e remissivi e vi sottoporrete a quel supplizio, sapendo che vi spetta.

Così io, in questa settimana non ci provo nemmeno a scalciare per evitare quello che mi tocca in sorte. Attendo solo che si compia la scena madre in cui consegno il mio regalo e vedo scattare nei suoi occhi, in un nano secondo, prima delusione sincera, poi rimpianto per un’occasione sprecata ed infine odio, odio per me, che lo-dovevo-sapere-benissimo che cosa gli andava regalato. Era così facile…

E così, come una moderna Penelope, da mesi tesso e ritesso la tela del regalo perfetto fino a che, arrivati in zona cesarini, non ce la faccio, tutte le mie convinzioni crollano e rimetto nuovamente in discussione tutto.

E allora, quando arrivo ai minimi termini, parto con il piano B, assoldo amici fidati e chiedo aiuto a loro, chiedo che facciano insider trading per me, ognuno di loro ha elementi specifici da verificare, dubbi da chiarire…

Che l’operazione fosse difficile lo sapevo già di mio, ma capirete che mi è crollato il mondo addosso quando stamattina uno di loro, proprio quello su cui avevo riposto i tre quarti delle mie speranze mi chiama e mi dice: “Senti, io non solo non sono riuscito ad avere nessun tipo di riscontro su quello che mi hai chiesto, ma approfittando del fatto che ci stiamo parlando, volevo chiederti: non è che avresti un suggerimento per il regalo che gli devo fare io?”

La vita è fatta di questo e ultimamente mi sta mettendo di fronte a prove sempre più dure.

Oggi pomeriggio sarò in giro per Roma. Quindi vi imploro: se vedete una ragazza con camicetta  bianca, pantaloni palazzo blu e polacchine arancioni vi prego superate lo shock dell’abbigliamento ed avvicinatemi, magari voi riuscite a darmi il consiglio giusto!!!

Annunci