Premium

Bip — Ma non è che ci saresti per una chiacchiera?

Ma lo hai visto che è quasi mezzanotte?

Bip — Vabbè, era solo un tentativo

Bip — Che vuol dire sì? Ci saresti?

…incredibilmente ci sono: ti chiamo

“Pronto!!”

“Eccomi”

“Non ti sento bene…”

“Aspetta, mi sposto… Ciao!!”

“Non ti sento bene…”

“Ancora? Aspetta, esco in giardino… Mi senti?”

“No, non ti sento bene…”

“Facciamo così: ti richiamo su Whazzap.”

“Pronto!”

“Eccomi”

“Non ti sento bene…”

“Aspetta, fammi controllare: eppure ho pieno campo… Adesso mi senti?”

“Lo stesso di prima…”

“Fammi provare Facetime… dai ti richiamo tra un attimo…”

“Pronto”

“Adesso?”

“No, non ti sento bene…”

“Ma guarda! Aspetta che salgo su e prendo la password del wifi. Dammi un minuto…”

Salgo le scale, quasi scivolo su quel mogano maledetto: dovremmo fare una spedizione notturna e rubare tutto il mogano da tutte le falegnamerie.

Trovo Franz che sta andando a letto.

“Franz, scusa, importante: mi dici dove trovo la password del wifi?”

“Urca, aspetta. Vediamo: di solito è nel cassetto… altrimenti chiediamo al nonno… Eccola!”

“Però…! Ma quanto è scritta piccola, non la leggo…”

“Aspetta, ti vado ad accendere la luce…”

“Grazie… ecco, ora sì. Provo…”

“L’ha presa?”

“Aspetta… mi pare di sì. Grazie. Il mio telefono sembra non ricevere per niente in questa casa…”

“Ma che strano… Buonanotte!”

“Buonanotte…”

Ritorno giù in salotto. In discesa ho la mia tecnica: mi aggrappo perdutamente al passamano, che non è in mogano. Per fortuna.

Decido di chiamare con Facetime, di solito mi trovo meglio.

“Pronto!”

“Rieccomi! Ora come va? Sto usando il wifi…”

“Niente, non ti sento bene. Mi sa che non c’è verso…”

“Mannaggia, che peccato!! Per una volta che potevamo chiacchierare…”

“Infatti…”

“Vabbè, buonanotte…” Gli dico, mentre lentamente metto le mani sugli auricolari per sfilarli.

“Aspetta!!!! Come hai fatto? Ti sento perfettamente!”

“Mi senti? Non ho fatto niente, ho solo toccato le cuffiette.”

“Ti sento benissimo adesso!! Allora erano le cuffiette!”

“Cioè… erano le cuffiette, secondo te?”

“Si, te le dovevi essere messe male…”

“Ma come messe male???”

“Eccerto! Ora ti sento perfettamente!!! Quanto mi piacerebbe se scrivessi un post su questo incipit!”

Adesso Rai, è vero che siamo amici e va bene tutto.

Ma questo si chiama “PostOnDemand” ed è un servizio premium a cui non mi risulta tu sia abbonato…

35 risposte a "Premium"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: