Tag

, , , , , , , ,

20130310-002451.jpg

Mi sa che da oggi i miei post saranno scritti in orari notturni.
E mi sa con la sola mano sinistra.

Siamo a casa.
Mi sa che ci vorrà un po’ per abituarsi considerando che tutto quello che avevamo pensato di pianificare si è già rivelato inutile in meno di 6 ore e che le cose essenziali non le avevamo neppure prese in considerazione.

Il parto non è stato una passeggiata, ma neppure impossibile. Con un linguaggio aziendalese lo definirei “gestibile”.
Però mi sa che in poche ore ho riparametrato il mio concetto di “dolore”, un po’ come quando il meccanico ritara la centralina dell’auto facendo il tagliando.

Il marito è stato bravissimo nel suo esserci esattamente nella misura giusta, senza eccedere o nascondersi. Mi sa mi sa che, se non fosse già sposato, lo inviterei ad uscire una sera di queste…

E riguardo a me, già mi sa già che sarò una madre degenere dato che, un attimo dopo aver concluso le fatiche erculee, quando uno dei dottori mi ha annunciato: “Sono 3 chili e 80 grammi”, il primo pensiero che mi è venuto in mente è stato: “Vuoi vedere che, come un qualsiasi salumiere, ora mi dice Che faccio, lascio??

Annunci